Lì, nel cuore del centro storico di Sorrento, dove fino al 1985 c’era un Monastero di Monache di clausura, un po’ diroccato e quasi impenetrabile, oggi c’è la sede centrale dell’Istituto Superiore San Paolo, che con i suoi circa 1100 alunni e le cinque sedi dislocate in tre Comuni della Penisola Sorrentina, si configura come il più importante istituto di formazione di figure professionali specializzate e competenti nel settore economico e turistico-ricettivo, aperto alla comunità e alla cultura.

L'ingresso dell'edificio

Realtà dinamica e sempre al passo con i tempi, l’Istituto articolato in Istituto Tecnico Settore EconomicoAmministrazione, Finanza e marketing e Turismo- e Istituto Professionale Settore Servizi,-Servizi Commerciali e per l’Enogastronomia e Ospitalità alberghiera- nato nel 1972 come sede staccata dell’I.T.C. “L. Sturzo” di Castellammare di Stabia, ha saputo adeguarsi in maniera flessibile e coerente allo sviluppo economico e culturale del contesto territoriale (dalla mitica “Ragioneria” degli anni settanta all’Indirizzo Turismo dei primi anni del 2000 all’attuale Indirizzo Enogastronomico), consapevole del suo ruolo  di spinta propulsiva verso il futuro e di raccordo con il passato.

Un passato ancora vivo e vibrante tra gli ambienti dell’ex Monastero, che, creato intorno all’anno 8oo,  sorge in una posizione privilegiata, affacciata sul Golfo di Napoli, sull’antica villa imperiale di Agrippa Postumo.

Uscito indenne dalle soppressioni degli ordini monastici del decennio francese e del 1860, l'edificio non è scampato alle trasformazioni urbanistiche della prima metà del Novecento, che hanno però risparmiato alcuni prestigiosi e raffinati ambienti settecenteschi e ottocenteschi.

Ancora fruibili sono, infatti, la scala monumentale che presenta una nicchia all’interno della quale restano piccole parti di un affresco raffigurante San Benedetto; l’ex Parlatorio delle Monache di clausura con le nicchie riccamente adornate da tarsie di marmi policromi ed uno splendido salone maiolicato.

 

     Particolare pavimento maiolicato Sala interna


Nel 1985 le poche monache rimaste furono costrette ad abbandonare il monastero che aveva subito ingenti danni in seguito al terremoto del 1980 e l’immobile fu acquisito dalla Provincia di Napoli per essere destinato a sede dell’Istituto Tecnico Commerciale che prese il nome di “Istituto San Paolo”.

La sede scolastica nei primi anni era ubicata presso la località Capo di Sorrento. In seguito al trasferimento delle Monache Benedettine, dal Monastero di San Paolo a Sant’Agata, nel 1985 lo storico edificio diviene la sede dell’Istituto.

Nell’anno scolastico 1998/99 viene attivato l’indirizzo turistico I.T.T. con sede a Sant’Agnello, in località Colli di Fontanelle, nella vecchia scuola elementare.

Nell’anno scolastico 2000/2001 diventa operativo il coordinamento con la sede locale dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “A. Graziani” che si scinde così dall’Istituto di Torre Annunziata.

Infine, nell’anno scolastico 2006/07, la nostra scuola si arricchisce di una nuova sezione a Massa Lubrense, nell’edificio adiacente alla Scuola Media “Bozzaotra”.

Molte classi dell’Istituto sono inoltre dislocate nella “succursale” di Via Sersale nell’edificio della Curia adiacente all’ex Seminario.

L’aspetto odierno dell’edificio è dovuto in parte al delicato intervento di risanamento statico-funzionale realizzato dall’Amministrazione Provinciale nei primi anni del 2000 e in parte al continuo adeguamento degli ambienti di apprendimento, che ha portato alla realizzazione di moderni ed attrezzati laboratori di cucina e di un bar, grazie a cospicui contributi erogati da Enti Pubblici, come la Fondazione Sorrento e la Federalberghi Penisola Sorrentina,  e da imprese private che hanno voluto riconoscere e sostenere che il migliore investimento per il futuro della società è costituito proprio da una scuola che opera in sinergia   con tutte le altre realtà del territorio.

Nell’intento di rafforzare i legami con il territorio, di coglierne e  filtrarne i segnali e di rendere sempre più flessibile ed efficace il raccordo della scuola con  il mondo del lavoro e delle imprese, l’Istituto  si è dotato  di un Comitato Tecnico Scientifico, i  cui membri rappresentativi dei vari ambiti lavorativi, co-progettano e agevolano  delle ottime esperienze di stage e di alternanza Scuola-Lavoro e, al termine degli studi, favoriscono un rapido inserimento  dei neo-diplomati nel mondo del lavoro, principalmente nell’ambito turistico/alberghiero.